IL MAQUILLAGE DI KATYA E DI MARTINA

 

 

 

Spesse volte mi chiedono quali colori adottare per la tipologia della donna mora e quella bionda. C’e’ una cronologia dei colori. Le tonalità calde adatte alle more, quelle fredde adatte alle bionde. Il make up e’ un elemento importante nel look di ogni donna. Quando ci trucchiamo riusciamo a nascondere le piccole imperfezioni della pelle e valorizziamo ciò che abbiamo di bello. Così facendo acquistiamo fascino e sicurezza.

Per un viso impeccabile con il trucco che resiste con il passare delle ore non e’ impossibile.  Basta seguire semplici ma efficaci suggerimenti.

Sia per Katya che per Martina ho usato una buona base dopo avere steso un siero tenendo presente la tipologia della pelle di ognuna. Ho steso del correttore sotto gli occhi in una tonalità lievemente più chiara rispetto al colore della pelle, per regalare luminosità al viso. Il fondotinta e’ stato scelto con scrupolosità cercando di armonizzarlo con il tono della carnagione, questo per evitare l’ effetto maschera. Sia per Katya che per Martina ho usato un fondotinta oil-free.

 

Per il trucco degli occhi il mio obbiettivo era l’ intensità. Ho puntato su un colore grigio dai riflessi argentati per Katya e per Martina un bronzo con riflessi oro. Ho sfumato l’ ombretto in crema partendo dall’ angolo interno dell’ occhio, salendo verso l’ alto sulla palpebra mobile sino alle sopracciglia. Un piccolo suggerimento: per spalmare il colore in crema la cosa migliore sono le dita, la stessa cosa vale per gli ombretti fluidi.  Dopo aver steso l’ ombretto metallizzato l’ ho coperto con un ombretto in polvere dalla sfumatura più intensa scurendo la zona della piega verso l’ alto, mischiando una tonalità di colore più scuro, sempre dai toni argentati e dorati il tutto tramite un pennello dall’ applicatore in spugna. Oltre che essere steso in modo più uniforme, durerà più a lungo.  Per allungare la linea degli occhi ho tracciato una riga molto sottile sulle palpebre salendo verso l’ esterno. Per Katya un colore nero, per Martina un colore marrone scuro. Nella parte sotto l’ occhio per dare intensità allo sguardo, ho passato in maniera lieve una matita di colore grigio scuro argentato per Katya e per Martina una matita dal colore bronzo dorato.

  

Un accorgimento: quando avete le palpebre arrossate, applicate un correttore o un velo di fondotinta chiaro.

Prima di applicare il mascara per evitare delle sbavature, ho passato lo spazzolino sul bordo del contenitore. Per infoltire le ciglia a Katya dopo avere applicato il mascara la prima volta, le ho pettinate e separate per poi ripassarlo una seconda volta.  Il mascara per dare intensità allo sguardo, va applicato sia sulle ciglia superiori che su quelle inferiori.  Per Martina le ho allungate partendo dalla radice facendo scorrere l’ applicatore in senso orizzontale. Ciglia folte, curve, lunghe e scure sono un elemento davvero irrinunciabile per qualsiasi donna.

Le sopracciglia di Katya sono state pettinate rispettando la loro linea naturale, quelle di Martina sono state disegnate e riempite a piccolo tratti con una matita dal colore identico alle proprie sopracciglia.

Come fard per Katya ho usato quello in crema dalla tonalità rosa antico per un effetto trasparente e per donarle luminosità. Per Martina ho corretto alcune piccole imperfezioni. Quello in polvere (ha un maggiore effetto coprente) dai toni dorati, da applicare all’ attaccatura dei capelli e ai lati del viso.

Ho scorparso gli zigomi, le guance e la fronte con una polvere illuminante dai riflessi argentati per Katya ed una dorata per Martina, che ho smorzato stendendo una cipria in polvere trasparente su tutto il viso.

Per le labbra dopo avere applicato in precedenza il fondotinta e la cipria, per Katya ho tracciato il contorno con una matita dal tono rosa antico, riempiendo parte delle labbra. Un gloss idratante dallo stesso colore della matita. Per Martina un correttore in stilo per ridefinire il contorno delle labbra, scegliendo anche per lei, una matita identica al rossetto di colore pesca, per tracciare nuovamente i bordi sfumando verso l’ interno per evitare stacchi di colore. Il rossetto e’ stato steso con un pennellino. Questo garantisce una maggiore tenuta. L’olio di vitamina C e’ ottimo per fissare il colore e per proteggere le labbra.

 

ALCUNI SUGGERIMENTI PER LA SCELTA DEI COLORI

In tutta questa esplosione di colori, meglio orientarsi scegliendo delle nuance intonate con la nostra tipologia cromatica. Esempio:

Il rosa va bene su tutti gli incarnati, tranne che su pelli arrossate.

Le tinte forti come il blu si adattano meglio a pelli mature, i colori pastello a quelle più giovani.

Per chi ha la carnagione scura meglio evitare i marroni perché danno un effetto slavato.

I colori tenui e le tinte pastello staranno benissimo alle bionde, ricordando di sottolineare lo sguardo con una riga di eye liner per contrastare.

La bruna sarà perfetta anche con colori dalle tonalità accese, i toni vinaccia e mora.

Chi ama il trucco naturale dovrebbe preferire i toni del pesca e dell’ albicocca, naturalmente non opachi ma brillanti.

Il rosso? Sia alle more che alle bionde naturalmente sempre con discrezione e raffinatezza. Seguire la moda non vuol dire togliere al nostro charme, ma al contrario vuol dire valorizzarlo.

I colori e le immense tonalità del mondo del maquillage, si armonizzano anche con il colore di un abito.

                            

Ricorda che l’oro si sposa con le pelli più ambrate, mentre l’ argento si armonizza con i colori rosei regalando luminosità. Le carnagioni chiare vengono esaltate dai glitter dalle sfumature più ramate. Le dive di una volta aggiungevano un po’ di glitter miscelandolo ad una cipria profumata per il corpo stendendo il tutto su decolleté e braccia. Un trucco da rubare!

        torna su